crisi-futuro

Sentivo oggi, che la Cina è pronta ad approvare il Piano Programmatico Quinquennale per migliorare le condizioni del Paese, puntando ad una crescita minore, ma che sia migliore sotto il profilo della qualità.

Questi, alcuni dei punti del Programma Quinquennale:

  • Aumento dei consumi interni per essere meno dipendenti dalle esportazioni che sono influenzate dal ciclo economico degli Stati interessati.
  • Sviluppo delle aree più povere.
  • Tutela dell’ambiente.
  • Investimenti nella green economy, aumentando la produzione d’energia da fonti rinnovabili e conquistando il mercato dei pannelli solari e fotovoltaici, imponendosi come produttori di riferimento.
  • Modifiche alla struttura fiscale.
  • Miglioramento del settore bancario e finanziario.

Adesso mi chiedo, cosa sta facendo e cosa pensa di fare, il governo Berlusconi per rilanciare l’economia italiana, visto che finora, si è solo occupato di provare a far passare leggi per i soli interessi del proprio capo?

Per carità, la Cina ne deve fare di passi avanti, soprattutto, sotto l’aspetto dei diritti umani, e non è mia intenzione metterla come esempio da seguire, ma proprio perché considero la Cina come una nazione che ha molto da migliorare, rimango stupito della serietà con cui si approccia al futuro, rispetto ai governanti italiani che non stanno facendo nulla per il Paese. E la Cina, è forse, l’unica economia che ha risentito meno della crisi mondiale e che potrebbe prendersela più comoda.

Domanda:

L’Italia resta a guardare o pensa di reagire?

A Berlusconi & Co. l’ardua sentenza!

Ma temo che abbiano ben altro a cui pensare…

..........

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.

<<<<<>>>>>

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

  1. Il Futuro dei Giovani è nelle Mani dei Vecchi
  2. Con Monti e la Fornero è sempre Halloween
  3. Berlusconi – Il futuro Presidente della Repubblica… (vignetta)
  4. Il Problema del Debito Pubblico – Metodo Obama o Metodo Monti?
  5. Berlusconi e l’Inganno della Manovra da 47 Miliardi