Il termine “Perreras” indica i canili spagnoli di natura pubblica o privata che sono saltati agli onori della cronaca per la crudeltà con cui sterminano i cani e i gatti che ospitano.

Secondo la legge spagnola, se un cane o un gatto non viene adottato entro 10 giorni, deve essere soppresso con iniezione letale ed in seguito cremato.

Questa è la teoria che è già inaccettabile, ma in pratica agli ospiti dei canili è riservato un trattamento ben peggiore, infatti, la logica delle Perreras è quella di risparmiare  tutto il possibile per lucrare sui finanziamenti dello Stato, così cani e gatti vivono di stenti in gabbie strette ed affollate e spesso patiscono la fame, poi arriva la soppressione e, anziché utilizzare il farmaco adatto per una morte rapida ed indolore, vengono usati farmaci alternativi per risparmiare, con la conseguenza che gli animali patiscono atroci sofferenze prima di morire ed è logico pensare che i responsabili dei canili non perdano tempo a controllare che l’animale sia realmente morto ed è brutto dirlo, ma alcuni finiscono nel forno crematorio ancora coscienti.

Ogni anno nelle Perreras spagnole vengono uccisi oltre 30.000 cani e sembra quasi di parlare di una sorta di Auschwitz per animali.

Personalmente non ero a conoscenza di questa realtà e l’ho scoperta grazie al servizio di Edoardo Stoppa, inviato di Striscia la Notizia, che si occupa di tutte le questioni che riguardano gli animali.

Il servizio di Striscia la Notizia sulle Perreras spagnole che vi ripropongo è suddiviso in 3 parti e spiega bene la realtà delle Perreras e quello che l’associazione “Vita – Una Zampa per la Spagna” sta facendo per salvare quanti più animali possibile:

Come possiamo aiutare gli animali delle Perreras spagnole?

Possiamo sostenere l’associazione “Vita – Una Zampa per la Spagna” che si sta occupando di costruire un rifugio in Spagna per salvare gli ospiti di alcune Perreras con una donazione in denaro seguendo le istruzioni che trovate qui e adottando un animale a distanza o definitivamente in questa pagina web.

Cosa possiamo fare per contrastare le Perreras spagnole?

Possiamo:

Dobbiamo fermare quest’ennesima offesa contro gli animali!

……….

Ti piace questo articolo?

..........

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.

<<<<<>>>>>

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

  1. Acquista il Calendario 2011 “Inversione” e aiuterai tanti cani abbandonati
  2. Dite No alle Pellicce di Cani e Gatti
  3. Adottare un Delfino o una Tartaruga per la Festa della Mamma
  4. Come adottare un Papà nel Sud del Mondo
  5. Io l’ho visto! 334.105.10.30 – SMS Line Recupero Cani Abbandonati in Autostrada