“Volevano seppellire il 25 Aprile, ma ironia della sorte sono stati seppelliti loro…”

Il precedente governo Berlusconi ci aveva provato a togliere lustro alla giornata in ricordo della liberazione dal nazifascismo, proponendo di accorpare tale festività (1° maggio e 2 giugno comprese) alla domenica più vicina con la scusa di non perdere delle giornate lavorative in tempo di crisi, ma sappiamo tutti che il vero motivo era quello di soddisfare l’indole fascista di molti componenti del PDL che non gradivano il ricordo dei partigiani, a cominciare da La Russa che dichiarò di festeggiare la giornata andando a deporre un fiore sulle tombe dei caduti del fascismo e dall’ex Presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, che l’ha sempre disertata ad eccezione di quella volta nell’Abruzzo terremotato per farsi bello prima delle amministrative 2009.

Non dimentichiamoci, però, neanche della Lega Nord che ebbe la brillante idea di sostituire la data celebrativa del 25 aprile con la festa di San Marco, patrono di Venezia e più vicino ai loro gusti “nordici”.

Le cose, però, sono andate diversamente…

Così, noi oggi festeggiamo la liberazione dal nazifascismo ricordando chi si è battuto per garantirci la democrazia, che questi politici da strapazzo offendono, mentre il nefasto berlusconismo e celodurismo sono morti.

Altro che Berlusconi “revolution” e Lega Nord “rinnovata”, sono soltanto un tragico errore della politica italiana da dimenticare.

……….

Ti piace questo articolo?

..........

Ti è piaciuto l'articolo? Vota Ok oppure No. Grazie Mille!

Puoi votare l'articolo anche qui, gli articoli precedenti qui.

<<<<<>>>>>

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

  1. Fiero di celebrare la Festa della Liberazione
  2. Né Festa della Liberazione Né Festa dei Lavoratori per il Calendario Leghista (vignetta)
  3. Il Grillismo è figlio del Berlusconismo e del Celodurismo?
  4. Festa dell’Orgoglio Padano e Nuovo Simbolo per La Lega Nord
  5. Volete Cancellare la Festa della Repubblica? Io, No…