“Berlusconi non candida Cosentino perché indagato, ma lo stesso non vale per lui che è pluri-indagato e con una condanna per frode fiscale…”

Berlusconi deve vincere, a tutti i costi, le elezioni politiche del 24 febbraio per salvarsi le terga ed è pronto a rinunciare a compagni di merenda come Dell’Utri e Cosentino, il primo indagato per presunti rapporti con la mafia ed il secondo per presunti rapporti con la camorra (ma che belle personcine).

Nicola Cosentino, infatti, era l’ultimo pezzo mancante per completare l’operazione pulizia (farsa) di Berlusconi affinché passasse il messaggio che tra i candidati del PDL non ci sono indagati, ma lui, che è il massimo esponente del suo partito, non è un pluri-indagato  e condannato in primo grado in un processo che lo vede accusato di frode fiscale?!

Ormai siamo alla farsa più assoluta, eppure, i consensi per il PDL continuano a crescere, nonostante i danni del berlusconismo e i continui scandali che hanno coinvolto il suo partito di persone “perbene”, da Nord (Lombardia) a Sud (Calabria), passando per il Centro (Lazio/Campania).

Neanche nello Zimbabwe (con tutto il rispetto per lo Stato africano), un “uomo” come Berlusconi avrebbe la benché minima speranza d’insinuarsi di nuovo nelle stanze del potere dopo lo schifo che lo ha visto protagonista nell’ultimo ventennio, ma in Italia accade e lo dimostra il fatto che ci sia ancora gente fiera di votare per il PDL.

Evidentemente sono persone che sguazzano nel sistema berlusconiano e che non hanno problemi ad arrivare alla fine del mese, o figli senza futuro, altrimenti non voterebbero per Berlusconi e Compari che hanno dissanguato un intero Paese.

Un’altra cosa certa sarà la fine del mezzogiorno, di solito nutrito bacino di voti per il PDL, che soccomberà grazie all’indifferenza di Berlusconi e alle rivendicazioni settentrionali portate avanti dalla Lega Nord.

Un sentito vaffanculo a tutti quelli che continuano a far sopravvivere la parte malata della politica italiana!

……….

Ti piace questo articolo?

<<<<<>>>>>

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

  1. La Schizofrenia di Berlusconi – Dice di ritirarsi e poi cambia idea (vignetta)
  2. Il bambino capriccioso Renzi dice No a Bersani (vignetta)
  3. L’eterna Amicizia fra Berlusconi e Dell’Utri!? (vignetta)
  4. Berlusconi è un Black Bloc… (vignetta)
  5. Berlusconi e Bossi mettono in mezzo Tremonti (vignetta)