#IoGuardoNapolitano e lo faccio come forma di rispetto e gratitudine ad un uomo che è stato costretto a riscendere in campo per il bene dell’Italia…”

Manifesto con questo articolo il mio appoggio al Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, e lo faccio come forma di rispetto e gratitudine ad un uomo che, ormai da mesi e, soprattutto, in questi ultimi giorni, è stato oggetto di critiche ed insulti gratuiti da parte di sedicenti forze politiche, nuove e vecchie, che vorrebbero scaricare su di lui tutte le responsabilità della situazione politica italiana (e non).

Ricordo a tutti che il Presidente della Repubblica a fine mandato aveva manifestato la ferma decisione di non ricandidarsi e che è stato costretto a riscendere in campo per non lasciare il Paese in preda ai mercati che, come avvoltoi, si preparavano ad approfittare dello stato di confusione politica che era derivata dalle precedenti elezioni nazionali.

E chi lo ha voluto il Presidente Napolitano?

In pratica tutte le forze politiche, comprese quelle che oggi gli sputano in faccia per farsi della patetica campagna elettorale al fine di assicurarsi qualche voto in più alle prossime elezioni.

Caro Grillo, anziché fare futile propaganda invitando la gente a non ascoltare il discorso di fine anno del Presidente Napolitano, chiudi la bocca, prendi un attimo un respiro per ossigenare il cervello e ascolta il messaggio del Presidente che tu stesso hai accettato, magari riesci ad imparare qualcosa da un uomo che può permettersi d’insegnare qualcosa a tutti.

Caro Berlusconi, ammiriamo il fatto che ti sia astenuto dall’ennesimo e patetico videomessaggio, anche se è dettato dalla vana speranza che Napolitano possa preoccuparsi di rigenerare la tua verginità politica perduta, e fiduciosi, aspettiamo tue nuove esternazioni, alla tua e, soprattutto, all’altezza di Brunetta, che ci tortureranno anche per tutto il 2014.

Ed infine, al caro Salvini. Salvini Chi?!

Quello là che è il nuovo segretario del partito più ridicolo d’Italia, la Lega Nord, facciamo i complimenti per Peppa Pig, la scelta televisiva che ha proposto come contro-programmazione al discorso di fine anno del Presidente Napolitano, dimostrando, se ancora qualcuno ne avesse avuto il dubbio, il livello intellettivo del legaiolo medio.

Quando i signori della politica, o dell’antipolitica, si daranno una mossa e riprenderanno in mano le redini dell’Italia, allora sì che il Presidente Napolitano potrà andarsene in pensione, ma fino ad allora teniamocelo stretto.

Buon 2014 al Presidente Napolitano e a tutti quegli italiani che sono stufi di ciarlatani, urlatori e gente che, in generale, parla tanto e conclude poco.

Il discorso di fine anno del Presidente Napolitano, si terrà alle 20.30 sui canali Rai, Canale 5, La7 e sul web, come ad esempio il portale di Rai News.

……….

Ti piace questo articolo?

<<<<<>>>>>

Potrebbero interessarti anche questi articoli:

  1. 12/11/11- La Fine della Follia Berlusconiana (vignetta)
  2. Volete Cancellare la Festa della Repubblica? Io, No…
  3. Silvienstein Junior – Monti riabilita Berlusconi
  4. Berlusconi è L’Uomo dei Miracoli a Lampedusa
  5. La Fine di un uomo politico chiamato Berlusconi